Sulle orme di Alberto Parolini

Invito alla presentazione ufficiale del progetto Venerdì 7 novembre alle 14.30
 

Itinerario didattico per l’anno scolastico 2014-2015 nel Giardino Parolini di Bassano del Grappa

A cura di Giuseppe Busnardo

 Istruzioni per l’uso (per gli insegnanti)

  • La proposta verrà presentata e simulata nel Giardino con gli insegnanti interessati (data da definire: fine settembre?). Questa presentazione verrà attuata con l’Assessorato alla P.I. di Bassano e presentata ai Dirigenti della città. Flora cafè pubblicherà programma, data e orario nel sito floracafe.org e ne darà notizie via mail ai propri contatti.
  • La proposta è per tutte le scuole di ogni ordine e grado dall’infanzia alle superiori. E’ stato individuato un itinerario base, ma si possono fare varianti sostanziali per infanzia e superiori.
  • Il Giardino è sempre aperto ed è ad ingresso libero. Chi desidera avvalersi dell’itinerario e di tutti i servizi connessi, deve procurarsi un quaderno di lavoro per ogni alunno (24 pagg. – 5 euro cad.).
  • Gli insegnanti che desiderano attuare l’itinerario con le proprie classi contattano Giuseppe Busnardo giuseppebusnardo@katamail.com 330400160. Viene fatto un calendario (per ciascuna classe o gruppo: data+ data di riserva per maltempo). Serve per ogni classe o gruppo un cellulare e la mail di un insegnante di riferimento per ogni eventualità.
  • L’insegnante può vedere il quaderno di lavoro che sarà lo strumento dell’itinerario nel sito di Flora cafè. Lo IAT di Bassano farà da punto d’appoggio per ritirare i quaderni (o prenderne visione).
  • Giuseppe deve illustrare bene l’itinerario base ad ogni insegnante e può concordare con lui l’eventuale adattamento alle singole classi. E’ importante che l’insegnante abbia chiaro lo sviluppo dell’itinerario base per tararlo sulla classe (semplificare, approfondire ecc.) e per verificare i prerequisiti necessari. (ad esempio, gli alunni devono saper usare una tabella a doppia entrata).
  • Giuseppe può inviare anche, via mail, copia delle schede e della mappa semplificata (che poi l’insegnante potrà duplicare).
  • E’ importante che l’attività al Giardino (quelle 2-3 ore che saranno) non siano episodiche ma possano rientrare nel piano didattico della classe, con un prima e un dopo. Anche per questo il contatto diretto tra Giuseppe e l’insegnante sarà fondamentale. Si potranno concordare bene obiettivi, uso del lessico, collegamenti disciplinari ecc.
  • In prossimità della data della visita al Giardino saranno necessari contatti diretti per verificare la fattibilità in caso di maltempo previsto e l’eventuale modalità, caso per caso, per disdire e passare alla data di riserva.
  • Per il dopo visita, Giuseppe resta a disposizione per eventuali sviluppi o altre problematiche che dovessero nascere. Ad esempio, come consigliato nel quaderno, iniziare a guardare i propri alberi con la metodologia proposta nell’itinerario.
  • Quanto proposto è solo un itinerario base su cui inserire obiettivi didattici. Nulla toglie che nel Giardino si possano costruire anche altri itinerari tematici.