Di Rara Pianta e Flora Cafè


Sabato 20 e domenica 21 aprile 2013 si è svolta nel Giardino Parolini di Bassano la terza edizione di “di rara pianta”, una manifestazione floreale alla quale ha partecipato anche Flora cafè con un ruolo significativo ed importante. Nonostante il tempo poco favorevole (pioggia, un timido sole solo domenica pomeriggio) tutto si è svolto senza intoppi. Flora cafè ha gestito parecchie cose. Per la scoperta del Giardino, le visite guidate e una caccia all’albero (che ha visto all’opera anche diversi adulti). Per l’animazione dei bambini, presso il nostro stand ci siamo messi all’opera con disegni, oggetti colorati e realizzazione di “erbini” (un grande successo, grazie Carla).

Per un laboratorio più scientifico, presso le serre gestendo osservazioni al microscopio di parti di piante. Per farci conoscere, infine, una piccola mostra sulla nostra associazione e sul progetto in corso “le stagioni dei cortili”. Parecchi soci sono stati presenti animando nel proprio turno la vita dello stand. Grazie a tutti
gli intervenuti. Giuseppe

Cronaca di un pomeriggio bagnato, ma… fortunato!

Come ogni sabato, il mattino sono a lezione a Campagnola (Pd), presso la scuola primaria M. Polo. Ma oggi, sabato 20 aprile, è una giornata speciale: al termine delle lezioni salgo in auto e mi preparo ad affrontare un pomeriggio di animazione a Bassano, nella romantica cornice del Parco Parolini, un gioiello di viottoli e di verde nel cuore della città. Con me c’è Cristina, docente di matematica e scienze alla secondaria di Brugine. Abbiamo vissuto questa esperienza anche lo scorso anno, proponendo alcune attività presso lo stand di Floracafè e ci è molto piaciuta…perché non riviverla anche quest’anno??! Arriviamo a Bassano ed entrate nel Parco veniamo accolte dalle avvolgenti note della bravissima band chiamata ad animare il pomeriggio. Bravissima e stoica, direi, perché nonostante la pioggia ha continuato a proporre le sue ritmate melodie, sfidando l’umidità e il disagio…Ci avviciniamo allo stand di di Floracafè, dove salutiamo il mitico Lino, il cervellone organizzativo – informatico, e riabbracciamo con affetto e stima l’inossidabile Giuseppe (più noto come dott. Busnardo…), mente e cuore della nostra associazione che promuove una didattica sperimentale e pratica sull’osservazione e lo studio del le piante….
I nostri interlocutori “ideali” della giornata sarebbero i bambini e i ragazzi ma, ahimè, a causa del maltempo solo alcuni coraggiosi si presentano al nostro stand…con loro parliamo, li coinvolgiamo nella realizzazione di ciondoli di legno e segnalibri creati usando stampini, pennelli ed acquerelli….I bambini, si sa, sono sempre pronti a mettersi in gioco e dalle loro abili mani escono dei piccoli capolavori! …ma, accanto ai più piccoli, si avvicinano anche ragazzi “più adulti” che, con lo stesso entusiasmo, si cimentano nella creazione di raffinati gioielli di legno….Il pomeriggio trascorre velocemente e, tra una schiarita e un nuovo scroscio, arriviamo a sera. Non è stato, sotto l’aspetto meteo, forse, un pomeriggio ideale ma…i bambini che abbiamo avuto modo di conoscere sono stati molto simpatici e curiosi, i loro genitori e i nonni che li accompagnavano collaborativi e i ragazzi più grandi…interessati e molto abili!!! Insomma, per noi l’esperienza è stata molto interessante anche quest’anno! Giornata bagnata…giornata fortunata….
Naturalmente…aspettiamo l’anno prossimo per ritornare!!!!!…magari con un bel sole!!!
Lucia

Imbaccucate come in inverno!

Sabato mattina, nonostante il vento che ogni tanto portava via i cartelloni e la pioggia che scioglieva i colori dei segnalibri, siamo impavidi riusciti a montare lo stand (vedi le martellate di Lino) e a predisporre il tavolo con i lavori… ma poca gente…
La domenica mattina l’inizio è stato ancora peggio, sotto una pioggia battente.
Sono iniziati però i laboratori: bellissimi, attraenti e nuovi!
Ed un po’ alla volta è uscito anche il sole! …e con il sole una fiumana di gente!
GLI ERBINI sono stati un successo per adulti e bambini, grazie all’idea originale di Carla.
Direi che l’inizio è stato duro ma alla fine tutti saranno stati soddisfatti.
Bene gli espositori dislocati nel giardino …benissimo l’iniziativa delle visite guidate…
Sempre si può migliorare ma direi che è una ottima partenza!
Liana